domenica 28 settembre 2008

Cima Dagnola con Norberto

Domenica 28
Ho appena finito di lavorare e la giornata è stupenda :-). Norberto mi ha appena detto che pomeriggio non ha niente da fare e che verrebbe volentieri a farsi una sudata in montagna.





Detto fatto! Prendiamo la macchina e in men che non si dica ci troviamo ad Andalo, nel parcheggio vicino alla località Pradel. Nel bosco, la temperatura non è affatto male. Con ritmo sostenuto cominciamo a salire il ripido sentiero che ci porta sui prati che si trovano alla base del piramidale Piz Galin.

(Piz Galin)

(Salendo alla Bocca del Gallino - sulla sx la Dagnola)

Poche, oggi, sono le nuvole che solitamente fanno da corona alle guglie più slanciate del gruppo e quindi non si fa alcuna fatica a notare la maestosa figura del campanil basso. Proseguendo su distese verdeggianti ci alziamo di quota fino a giungere alla bocca del Gallino e da qui, dato che la salita per il Piz è tutta in ombra - non ho nessuna voglia di indossare abiti lunghi - preferiamo deviare a destra salendo i dolcissimi, ricchi di stelle alpine, pendii erbosi di cima Dagnola.

(Stella Alpina)

Dalla cima la vista sulla val dei Cavai e sulle cime che la sovrastano è davvero stupenda.


(La selvaggia val dei Cavai)

(Norberto sulla cima della Dagnola verso il Lagorai)

(Malga Spora, il Fibbion, Baito dei Cacciatori)

(Norberto)

Scatto qualche foto e poi, dato che le ombre lentamente si stanno allungando verso di noi, preferisco seguire le orme di Norberto che si è già avviato di corsa sulla via del ritorno.

(Giochi di luce nel bosco)

Ottima escursione: pur essendo una cima "insignificante" rispetto al più importante e conosciuto Piz Galin, la Dagnola a mio parere offre all'escursionista una valida e gratificante ascesa.
Mai zeder....

2 commenti:

bhagoezt ha detto...

wow nice place

Anonimo ha detto...

Oi ciao,

sono capitata qui per sbaglio cercando una relazione sul Galin :D!

Il blog sembra interessante, appena ho un pò di tempo lo spulcerò.

bye
Misty