lunedì 15 giugno 2009

Monte Pasquale - Parete Nord

Venerdì 12 - Sabato 13



Partiti da casa mia verso le h 20.30 io, Egon e Stefano dopo aver salito e disceso il passo del Tonale ed un ancora innevato passo Gavia, verso le 23.00 giungiamo all'albergo in loc. ai Forni sopra il turistico paese di Santa Caterina Valfurva.
Con un bellissimo cielo stellato, a tratti oscurato da cupi nuvoloni, risaliamo la val di Cedec fino a giungere verso la mezzanotte al rifugio Pizzini. Qualche ora insonne nell'accogliente ma al contempo scomodissimo locale invernale del rifugio e ghè gia da nar...
La meta odierna è la parete nord del monte Pasquale. Salita per la prima volta da Gandolfi e Piovano nel settembre del 1945, questa via di circa 600 m di dislivello si presenta come una parete ghiacciata con costole rocciose affioranti con pendii fino a 58°.
Dal rifugio, su detriti attraversiamo la morena che sottostante la vedretta di Cedec e zigzagando un po' tra rocce e neve ci portiamo alla base del ripido canale. Intanto il sole pian pianino comincia a far capolino creando un magico gioco di luci e colori sulle montagne circostanti ed in particolare sul maestoso ed imponente Gran Zebrù.

(Egon)
(Gran Zebrù all'alba)
(Salendo al Pasquale)
(Egon e Stefano)

(Gran Zebrù all'alba - particolare)
(Gran Zebrù all'alba)
(Salendo al Pasquale)
(Cime all'alba)
(Il rifugio Casati)
(Salendo al Pasquale)

Con pendenza via via più sostenuta, ma con condizioni ideali, saliamo di quota fino a trovare poco sotto la cima un breve tratto ghiacciato che in breve porta in vetta.
Qui, la vista è stupenda e spazia dal Cevedale, al Palon della Mare, alla splendida punta San Matteo.

(Punta S. Matteo)
(Palon della Mare)
(Io e Egon poco sotto la cima)
(Egon e Stefano durante discesa)
(Egon e Stefano durante discesa)
(Il rifugio Casati)

La discesa, agevole, avviene scendendo per la vedretta di Cedec costeggiando qua e là splendidi serracchi dalle più svariate geometrie.

(Geometrie glaciali)
(Io sulla vedretta di Cedec)
(Stefano ed Egon sulla vedretta di Cedec)
(Il monte Pasquale con la sua parete nord)

Giunti nuovamente al Pizzini velocemente scendiamo al punto di partenza e verso le ore 14 siamo nuovamente a casa.

(Rifugio Pizzini)
(La strada al passo Gavia)

Mai zeder...

2 commenti:

La Polisportiva ha detto...

Stessa idea! Questo era proprio un weekend da grandi Nord, eh? Complimenti per la vostra salita.

Ty ha detto...

Accidenti!Tostina eh?