giovedì 7 agosto 2008

Placche Zebrate con Daniele

Lunedì 28

Dopo l'escursione dolomitica con Norberto, visto che prima di andare a far notte un po' di tempo avanzava, ho colto al volo l'occasione e ho portato Daniele, nonostante la sua titubanza, a fare la sua prima via di più tiri. L'idea era quella di salire 46° parallelo che con i suoi 200 m e il III° grado è la via adatta a neofiti delle vie lunghe ma, in ultima analisi, visto che il tempo non era poi molto abbiamo ripiegato su una via più corta con difficoltà fino al 5a.
Nel complesso Daniele non se l'è cavata poi così male anche se deve acquisire maggiore sicurezza sull'arrampicata in placche e, come naturale che sia, superare un po' il senso di vuoto: mai zeder Vulcan ;-).


(Serial Climbers)

A fine via ecco che come per magia sopra di noi copiosi si aprivano rumoreggiando i paracadute di quei pazzi che amanti dell'adrenalina si buttano nel vuoto dal monte Brento.




(Base Jumpers)

2 commenti:

Maurizio ha detto...

Un saluto ai miei amici "placchisti" !! :-)
Dalla faccia del Daniele, sulla foto serial climbers, sembra abbia appena vissuto uno dei più brutti incubi della sua vita ! :-)))

Mai zeder.

X Ale: ieri son stato in catinaccio con mio papà, settimana prossima ho in programma il basso. Ti farò sapere se e quando sono libero gli altri giorni.

Salumi!

Daniele ha detto...

come al solito, in foto, ho sempre le espressioni peggiori..... non è stato per niente un incubo e nonostante l' insicurezza sono soddisfatto dell' esperienza, che spero di ripere ancora!!!

p.s. controllame i gropi prima!

Mai zeder