mercoledì 3 dicembre 2008

Paganella

Le condizioni attuali del manto nevoso, ancora troppo instabile, non permettono di intraprendere gite in ambiente e quindi anche oggi, dopo una mattina dedicata allo studio mi sono fiondato nuovamente in Paganella. 


(Paganella dalla val d'Adige)

(Cime di Vigo dalla val d'Adige)


Ancora per oggi sono salito dalle piste, poco frequentate per ora, ma dalla prossima volta è d'obbligo riprendere a salire fino in cima grazie alla vecchia 33. 


(Nuvoloni su cima Rocca Piana)

(Paganella in veste invernale)

(Gronlait e Fravort)

La nebbia sulla cima ha impedito di godere di un Brenta immacolato - l'ho visto nel rientro dalla selletta - e ancora non calpestate dai gatti hanno ripagato della lacuna in fatto di panorama.


(Trame nevose)

(Siesta...)

Per concludere al meglio la giornata un tramonto da favola con un continuo susseguirsi di cambi di cromie. :-)


(Tramonto invernale)

(Tramonto invernale: Fregasoga, Monte Croce, Rujoch)

Mai zeder...

4 commenti:

pinella ha detto...

Proprio questo pomeriggio quando le nuvole hanno deciso di lasciare il passo a sprazzi di sereno ,dalla finestra del mio ufficio,che peraltro è molto spaziosa, ho ammirato l'innevamento della Paganella e mi ero immaginata te lassù!!!Sorpresa di sapere che quando ti pensavo eri proprio lì ad assaporare intimità e maestosità...ciao ciao

Anonimo ha detto...

AHHHH!!!!

Fantastici i nostri monti!

Stupendo il Fravort e il Gronlait!

E stupenda l'ultima foto: sono i monti che vedo sempre dalla mia baita a Grumes :°°°).. vorrei esser lassù altro che ufficio!

ciao ciao
buon weekend

Misty

maura ha detto...

non vale!! pinella mi ha copiato!! ho fatto e pensato la stessa identica cosa pure io nel mio ufficio!! :-)

pinella ha detto...

dai dai Maura, facciamo così....ti aspetto nel mio ufficio, guardiamo la Paganella e ci beviamo un caffè....aspetto un tuo cenno!!