martedì 30 dicembre 2008

Monte Cola

Partenza a mezzogiorno dal ristorante alle Pozze - sta matina gavevo son - in una splendida e caldissima giornata di fine dicembre. 






Dopo pochi metri mi aggrego alla coppia formata da Mauro e Ketty e con loro salgo verso un imbiancatissimo monte Cola.


(Baite in val d'Ilba)

Il percorso ideale percorre per tutta la sua lunghezza l'ampia val d'Ilba ma noi, preferiamo tenerci un po' più verso est e percorrere la bellissima spalla nord che risale verso la cima. 


(Il Fravort)

(Valanga a lastroni)
(Mauro e Ketty)

(Cornici verso cima 12)

(La val d'Ilba sovrastata dall'Hoabonti)

Nella neve, bella polverosa, lungo la salita si riescono a riconoscere le impronte lasciate da una lepre; nelle vallate circostanti, sono invece numerosissime le serpentine lasciate dalla miriade di scialpinisti che in questi giorni hanno deciso di salire su questa bella cima che offre uno splendido panorama su tutto il Lagorai e su un sacco di altri gruppi montuosi. 

(Io in vetta al Cola)

(Mauro e Ketty in vetta al Cola)
(Scialpinista verso le Pale di San Martino)
(Gruppo Ortles-Cevedale)

(Cima 7 selle)

Complice il gran caldo salgo fino alla croce di vetta in canotta. Dopo alcuni scatti e quattro chiacchiere ci spostiamo verso l'Hoabonti e da qui, tolte le pelli e chiusi gli scarponi si scende su neve splendida. 


(Mauro e Ketty in discesa)
Mai zeder...
Ciao Mauro e Ketty

1 commento:

Alex Vieri ha detto...

Auguro...
a chi ha pianto l'amaro
delle lacrime
di piangerne di dolci.
A chi si fatto travolgere
dall'oscurità
di trovare la sua stella.
A chi ha voglia di mollare
la forza di lottare.
Hai chi la non si aspetta nulla
il tanto che c'è..... Buon 2009!!! Spirito Libero